Crea sito

Dicono di noi…

settembre 8, 2014 @

Qui l’articolo nel suo formato originale.

separator4-150x325

Ricordate a maggio la Festa della Focaccia? sotto i portici, una scacchiera per terra, pezzi giganti spostati qua e là, scacchisti con strani orologi, gente che si ferma e ragazzi intorno. Era la presenza concreta del Circolo di Scacchi che opera sul nostro territorio, l’Associazione Dilettantistica Scacchi Ruta “Giancarlo Musso” (con numero di matricola “8004” per la Federazione Scacchistica Italiana).

Qui la conosciamo bene, per il Torneo Open Città di Recco a novembre, con ottimo rilievo internazionale. Per darne un’idea, negli ultimi tre anni il Torneo è stato vinto da Grandi Maestri, tutti dell’Est Inoltre, nella scuola primaria di Recco si sono appena conclusi i corsi di avviamento agli scacchi, svolti da istruttori della nostra ADSR, che ora cerca la possibilità (dove, come e quando) di seguire i ragazzi che a Recco vorranno continuare l’esperienza del gioco. E’ allo studio una festa degli scacchi per tutti gli allievi, sabato 31 maggio prossimo.

L’ADSR ha più di 70 soci (circa il 70% dal Golfo Paradiso), di cui 29 Juniores. Non inganni il termine: fra questi, Francesco Simoncini, classe 1997, nel 2013 Campione Sociale e soprattutto Campione Regionale Ligure.

Due parole sulla storia: di fatto, inizia negli anni ’60 come gruppo di amatori del gioco, ritrovatisi a Ruta più per caso che per scelta. Si organizza come “Circolo Scacchistico Rutese” nel 1975, anche per l’aiuto di Nicco Maggiolo, titolare del Bar Nicco, per dar vita a tornei giovanili e amatoriali (ricordiamo un Trofeo Triennale per Under 16) e ad incontri a squadre.

Dal 1981 organizza un Torneo Semilampo, in memoria di Giulio Ottolenghi, allievo pilota dell’A.M. caduto in volo: il Memorial Ottolenghi, alla 34a edizione, è tra le più longeve manifestazioni nazionali.

Nel 1983, scompare il giovane Candidato Maestro Giancarlo Musso: il Circolo ne assume il nome in suo ricordo. L’attività agonistica prosegue, con partecipazioni al Campionato Italiano a Squadre: mentre nel 2013 schiera ben quattro formazioni, quella maggiore entra per la prima volta a far parte del Campionato di serie A2 (è come arrivare, nel calcio, in serie C)!

Non solo attività agonistica, ma anche lavoro tecnico. Per gestire un torneo occorre un supporto su PC: il primo programma di questo tipo, tuttora utilizzato, porta il nome del suo autore, il socio fondatore Giovanni Diena di Recco, nominato nel 2012 Maestro ad Honorem della FSI.

La sede di Ruta, inagibile dall’anno scorso per un incendio, è stata da poco spostata a San Rocco di Camogli, presso il Gruppo San Nicolò, in Viale Molfino.

Nel frattempo, l’ospitalità della Società S. Pietro di Avegno ha permesso sia lo svolgimento a luglio del 4° Memorial Cesare Valentini (socio Istruttore, già responsabile del Settore Giovanile Regionale), torneo valido per il titolo di Campione Regionale Lampo, sia l’attività sociale, ad Avegno al mercoledì, con buona comodità di parcheggio: una stabile presenza degli scacchi nella nostra vallata.

separator4-150x325

Giancarlo Musso ha sempre vissuto a San Rocco di Camogli, ma era nato a Recco, il 21 marzo 1956.

E’ stato, a diciannove anni, uno dei fondatori del Circolo Scacchistico sorto nel ’75 a Ruta, per l’entusiasmo e l’impegno degli scacchisti raccolti intorno al Bar Nicco, proprio all’inizio di Viale Molfino.

Fra i giovani soci, era di certo il più promettente. Dopo aver partecipato ad alcuni tornei nazionali, conseguendo la promozione alla 2a categoria, nel 1982 si poneva in evidenza con due vittorie prestigiose.

Unico vincitore, infatti, del Torneo di Seconda Categoria Nazionale, disputato alla Fiera del Mare a Genova nel mese di febbraio, otteneva a dicembre la promozione a Candidato Maestro, conseguendo il primo posto, ex aequo con altri due partecipanti, nei Campionati Italiani di Prima Categoria Nazionale, organizzati a Chiavari.

Suscita una sottile emozione, fra tutti i soci storici del Circolo, rilevare come l’Associazione che oggi porta il suo nome, abbia ritrovato sede proprio a San Rocco, di nuovo in Viale Molfino, a meno di cento metri dalla sua abitazione e da quel suo locale sotto casa, in cui Giancarlo aveva insegnato a giocare a scacchi a tanti suoi amici.

I Commenti sono chiusi.

Sfoglia gli Articoli

© 2017 Associazione Dilettantistica Scacchi Ruta "Giancarlo Musso".

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi